Libri

Come vento sulla pelle - recensione

15:25

Quando il romance e il fantasy si incrociano, spesso ne viene fuori un abile racconto per giovani che incuriosisce e appassiona. Forse non è per tutti così o forse non tutti i romanzi danno lo stesso risultato. Ecco perché leggere Come vento sulla pelle di Elisabetta Tirabassi mi è piaciuto: nonostante io non sia proprio un'amante del fantasy in sé, la combinazione creata dalla scrittrice è perfetta.


 Nessun vampiro, mago potente o supereroe da fumetto riempie le pagine di questa storia. Perché Tobias è un essere umano in tutto e per tutto, ma con una capacità speciale: sentire le emozioni altrui sulla pelle provandole quasi con la stessa intensità. Sente la felicità e la tristezza, la paura e la malinconia, l'infatuazione e l'amore. Ma non sarebbe così difficile se non fosse un giovane studente universitario, costantemente circondato da persone e con una storia di abbandoni alle spalle. L'unico sollievo? La lettura.

"Poi ho scoperto che la lettura ha un effetto benefico...[...] i sentimenti dei personaggi di un libro non mi assalgono, non mi si attaccano addosso senza il mio volere. Durante la lettura posso decidere io se farmi avvolgere dalle emozioni, posso scegliere se viverle dentro di me ed è veramente l'unico momento in cui queste sono solo ed esclusivamente qualcosa di positivo. Per il resto del tempo, sono spesso un abuso e una violazione. [...]"

E sarebbe anche semplice sfuggire a tutti e crearsi barriere per evitare di turbare la sensibilità altrui e di essere visto come un mostro. Se non fosse per Anna, una bizzarra ragazza così vispa ed espansiva che non può proprio fare a meno di fiondarsi nella sua pacata esistenza. Anna è un fascio di emozioni, la sua passionalità riveste tutta la sua vita: Tobias non riesce a contenerla né ad evitarla.

Anna era molto felice. Prendeva letteralmente vita quando parlava di libri. L'aveva già vista infervorarsi con le amiche chiacchierando all'università ed era rimasto affascinato dall'energia che metteva nell'analizzare un romanzo.

Sarà proprio l'estremo coinvolgimento nelle emozioni di questa ragazza e dei suoi problemi, universitari e non, che metterà Tobias nelle condizioni di dover scegliere: farsi trasportare dal travolgente entusiasmo di Anna assecondando ogni sentimento e avventura o chiudersi ancora una volta in se stesso ignorandola e anelando, invano, alla solitudine?

Se dovessi dare un parere generale sul romanzo, io lo indicherei come un esplosione di sentimenti. Ho visto in Tobias il portavoce di tutto ciò che un essere umano può provare, proprio perché ogni emozione passa, dai vari personaggi, attraverso di lui.

Non si tratta certamente di una lettura pesante e impegnativa, per questa ragione la consiglierei a una fascia di lettori che va dall'età adolescenziale fino a quella adulta. Credo che ognuno potrà cogliere il suo personale insegnamento/riflessione dalle vicende della storia.

Per chi volesse saperne di più potrebbe ascoltare il piccolo booktrailer realizzato con uno stralcio delle conversazioni tra i protagonisti del libro.




Noi ringraziamo ancora una volta Nativi Digitali Edizioni per questa bella opportunità di collaborazione che non finisce qui. Pubblicheremo ancora recensioni che li riguarderanno.

Questi prodotti ci sono stati inviati a scopo valutativo. 
 Non percepiamo alcun compenso dall'azienda per la recensione, che è frutto della nostra esperienza e opinione personale.

You Might Also Like

4 commenti

  1. Sembra molto interessante, mi hai incuriosito, voglio leggerlo
    Alessandra

    RispondiElimina
  2. Ho già avuto modo di leggerlo ma non mi è piaciuto molto...

    RispondiElimina
  3. davvero interessante, sono molto curiosa di leggerlo, grazie per le ottime info

    RispondiElimina
  4. Un romanzo moderno con una trama interessante, ma non nelle mie corde...

    RispondiElimina